Cultura

News ed eventi

Monday, March 22, 2021  11:19 AM

A Jesi, presso i Musei Civici di Palazzo Pianetti, si terrà dal 20 maggio al 30 settembre 2021 la mostra Raffaello e Angelo Colocci. Bellezza e scienza nella costruzione del mito della Roma antica. L’esposizione vuole esplorare le connessioni tra Raffaello e l’umanista jesino Angelo Colocci, punto di riferimento a Roma per artisti, antiquari e poeti, attraverso documenti originali e l’uso di tecnologie digitali innovative che permetteranno ricostruzioni dei capolavori raffaelleschi. «La mostra - spiega la direttrice dei musei Romina Quarquioni - comprende anche dei prestiti da importanti musei nazionali. L'idea di fondo è realizzare un progetto che faccia respirare al visitatore quell'ambiente culturale che si respirava nel Cinquecento. Ad esempio, tra i tanti prestiti, avremo esposta l'Arianna addormentata, una statua di properità del museo archeologico di Firenze che si trova agli Uffizi. Si tratta di un'opera d'arte che era presente all’interno degli Horti Colocciani, una sorta di museo all’aperto dove si riunivano gli intellettuali e dove gli artisti andavano per ispirarsi. O, ancora, è confermato il prestito dal museo archeologico di Napoli del Menologium Rusticum Colotianum, scoperto proprio da Angelo Colocci e risalente al I secolo dopo Cristo». Saranno riprodotti virtualmente gli affreschi della Stanza della Segnatura e la celeberrima "Scuola di Atene", in cui Raffaello rappresenta nelle vesti dei sapienti antichi le più grandi personalità del Rinascimento, da Platone che assume le sembianze di Leonardo, ad Aristotele raffigurato come Bastiano da Sangallo, fino ad Eraclito con i tratti di Michelangelo. 

La mostra sarà molto grande e variegata e, per l'occasione, saranno aperti a palazzo Pianetti dei nuovi ambienti al piano terra. Si potra accedere alla mostra in gruppi di dieci persone, nel rispetto di tutte le normative anti contagi.

Con l'acquisto del biglietto alla mostra di Raffaello e Colocci, si potranno visitare tutti e tre i musei civici della cittadina. 

MANIFESTO

COMUNICATO STAMPA